Tagged: jazz

Agguato tra i tamburi | Ambush in the Drums

Una foto di me tra i tamburi scattata durante le registrazioni del disco dei Parafulmini Tenere Fuori Dalla Portata Dei Bambini il gennaio scorso.

Me at the drums in a photo shot during the recording of Keep Out Of Reach Of Children, the Parafulmini‘s album.

Advertisements

Suonare da zero un cinque cinque sette

Sabato 2 Aprile c’è stata la presentazione del mio romanzo In Bianco al Book Pride 2016, al BASE, negli enormi spazi della ex-Ansaldo, una gran fabbrica dismessa e trasformata, a Milano. Come ho già scritto altrove, Patrizio Fariselli – tastierista degli Area e compositore – è intervenuto e mi ha perfino chiesto di accompagnarlo alla batteria. Così, prima di parlare e dopo aver parlato del libro del più e del meno, ci siamo messi a suonare.

Suonare da zero: era la prima volta che ci trovavamo per questo, assolutamente senza prove e senza rete, in pratica neanche il sound check (che avrebbe disturbato le altre presentazioni in corso, visto che la struttura ospitante, per come sono state ricavate le sale conferenze, non è esattamente adatta a questo tipo di eventi).

Ci eravamo solo accordati poco prima, durante la condivisione di un tonnellaggio di bistecca a pranzo, sul fatto che a un certo punto avremo improvvisato su un poliritmo che avevo suggerito, cinque cinque sette (5/8+5/8+7/8), che è quello che per l’appunto è stato catturato in questo video di fortuna girato con un Dispositivo Telefonico Tascabile Furbo (smartphone) da Rosanna Romano (editor del mio libro, che ha introdotto la presentazione e scattato qualche foto). A Patrizio e a me piacciono parecchio i tempi dispari, i poliritmi e così via, ci sentiamo a nostro agio con questi numeri primi, e allora perché no?

Alla fine, malgrado l’acustica, tutto è filato liscio e ci siamo divertiti: io, il pubblico e persino Patrizio, che è un musicista per davvero. Abbiamo addirittura detto di cercare di ripetere l’esperienza.

Non vedo l’ora.

mb

mb_pf_01

Patrizio fariselli alle tastiere e Marco Bigliazzi alla batteria

Patrizio Fariselli & Marco Bigliazzi duo al Book Pride

BatteriaMB_01

Domani, Sabato 2 Aprile, a partire dalle 20:00 nella sala Mompracem al Book Pride di Milano, partirà il concertino di un’inusitata coppia: Patrizio Fariselli alle tastiere Marco Bigliazzi alla batteria. Ora, se per Patrizio non ci sarebbe bisogno di presentazioni (fondatore degli Area, tra le altre cose), per l’altro (me) magari sì. Le trovate qui, quelle di ordine generale e quelle in relazione alla presentazione del mio romanzo In Bianco – che è poi l’occasione del suddetto concertino. Per quanto riguarda invece la batteria, posso dire che fin da piccolo ho suonato pentole & coperchi (come tutti del resto, solo che io non ho smesso) e qui c’è qualche informazione sulla mia banda corrente, i Parafulmini. Ma questo concertino con Patrizio Fariselli come viene fuori? Be’, qui c’è tutta la storia; alla quale posso solo aggiungere che mi ha lusingato il fatto che Patrizio, per la presentazione milanese del mio libro alla quale gli avevo proposto di suonare, alla fine mi abbia chiesto di accompagnarlo – lui, che è un musicista per davvero.

Ci vediamo lì, se vi va. Sarete i benvenuti.

mb

Drums again

parafulmini-7

Marco Bigliazzi, i.e. me, at the drumset

 

As I have already written on some older posts, today I play drums with the band Parafulmini. While I use the computer to compose and write music, when it comes to play drums are definitely my favorite instrument. In this little picture above, there’s me in the background and a small drum in the foreground. It may seem a big drum, because of the shot, but it’s actually a 6″ (15 cm) diameter Ludwing tom tom (informations for drummers) and I really love the sound of this hi-pitched one. I have two of them, one 5″ and a half and the other 9″ deep, and you can see them on the left of the set in the shot below.

ParafulminiDrums

Some More Drums

ParafulminiDrumsAs I already mentioned in a past post About Drums, today I play drums with the band Parafulmini. In the pictures above there is a portrait of the aforementioned drums, along with the band and, of course, myself. For anyone interested in this kind of stuff, my drum kit is a Ludwig (from 1982) and the set up is as follows: single headed tom-toms sizes 5,5×6″, 9×6″, 9×8″, 9×10″, 11×12″, 14×15″, Remo rototom 18″; bass drum 18×22″; Ludwig Coliseum 8×14″ wood snare drum; Tama 5,5×10″ steel snare drum. Cymbals: 3 China (Stagg) 8″-14″-20″, 1 China (Paiste Formula 602), 1 China Swish (Tosco) 18″; 2 Splashes (Stagg) 8″ & 10″; 1 Medium Sizzle (Tosco) 18″; 1 Crash (Tosco) 16″; 1 Ride (Stagg) 22″; Sound Edge 2002 (Paiste) Hi Hat. And finally 4 cowbells and a drum kit tambourine.