Category: Uncategorized

Tre ore di Taratabong

Sul canale YouTube ufficiale inglese di Taratabong, la serie animata che ho creato insieme a Fabrizio Bondi e diretto qualche anno fa, è stato pubblicato un video di tre ore con almeno metà di tutti i cinquantadue episodi. Non l’hanno ancora fatto, ma è possibile che, siccome queta versione sarebbe rivolta al mercato anglofono, tra un po’ ci mettano il blocco per l’Italia, vale a dire che in quel caso verrebbe fuori la simpatica faccina che dice sorry this video is unavailable. Ci sono diversi modi per aggirare questo problema idiota (in un mondo globalizzato), e il più semplice è vedere il video installando qualche plugin tipo ProxTube (se usate Firefox, ma ci sono alternative anche per altri browser). Ah, nota a margine, ma non tanto marginale: le musiche di Taratabong sono di Patrizio Fariselli.

Suonare da zero un cinque cinque sette

Sabato 2 Aprile c’è stata la presentazione del mio romanzo In Bianco al Book Pride 2016, al BASE, negli enormi spazi della ex-Ansaldo, una gran fabbrica dismessa e trasformata, a Milano. Come ho già scritto altrove, Patrizio Fariselli – tastierista degli Area e compositore – è intervenuto e mi ha perfino chiesto di accompagnarlo alla batteria. Così, prima di parlare e dopo aver parlato del libro del più e del meno, ci siamo messi a suonare.

Suonare da zero: era la prima volta che ci trovavamo per questo, assolutamente senza prove e senza rete, in pratica neanche il sound check (che avrebbe disturbato le altre presentazioni in corso, visto che la struttura ospitante, per come sono state ricavate le sale conferenze, non è esattamente adatta a questo tipo di eventi).

Ci eravamo solo accordati poco prima, durante la condivisione di un tonnellaggio di bistecca a pranzo, sul fatto che a un certo punto avremo improvvisato su un poliritmo che avevo suggerito, cinque cinque sette (5/8+5/8+7/8), che è quello che per l’appunto è stato catturato in questo video di fortuna girato con un Dispositivo Telefonico Tascabile Furbo (smartphone) da Rosanna Romano (editor del mio libro, che ha introdotto la presentazione e scattato qualche foto). A Patrizio e a me piacciono parecchio i tempi dispari, i poliritmi e così via, ci sentiamo a nostro agio con questi numeri primi, e allora perché no?

Alla fine, malgrado l’acustica, tutto è filato liscio e ci siamo divertiti: io, il pubblico e persino Patrizio, che è un musicista per davvero. Abbiamo addirittura detto di cercare di ripetere l’esperienza.

Non vedo l’ora.

mb

mb_pf_01

Patrizio fariselli alle tastiere e Marco Bigliazzi alla batteria

Gli Schizzi da Pacchi | The Brown Paper Sketches

Li ho chiamati Schizzi da Pacchi perché sono fatti su carta da pacchi. Tecniche miste: pastelli, carboncini, grafite, biro, marker, ma sempre su carta da pacchi. Su Cardboard Towns ho aggiornato la galleria che li raccoglie tutti; al momento sono 90.
On Cardboard Towns, I have just updated the Brown Paper Sketches Gallery.

 

 

Il Book Trailer di In Bianco

Dal Blog del mio nuovo romanzo

IN BIANCO

Una volta i trailer si facevano per i film, il che è abbastanza naturale. Logico. Da un po’ di tempo a questa parte si fanno anche per i libri.

Confesso che lì per lì mi è sembrato strano e anche adesso mi suona in quel modo. Naturalmente dipende da come il book trailer viene fatto, ma di fondo ci sento una nota fuori posto; più che trailer li chiamerei spot del libro, quello che in anglofono contemporaneo si potrebbero definire video ads. C’è una sottile differenza, forse troppo sottile per essere rimarcata, ma che volete, se nell’uovo ci trovo un pelo mi va di traverso.

Il trailer, qualche volta chiamato teaser (non è proprio la stessa cosa ma sorvoliamo, i confini sono labili, non come quelli tra Francia e UK), il trailer – si diceva – in termini cinematografici sarebbe un’anteprima di quello di cui è costituito il…

View original post 155 more words

Kartonstadt: Upcoming Exhibition in Berlin

MostraBerlino

Ok, it’s official: on 6 June 2015 the vernissage of my new exhibition Kartonstadt will take place in Berlin Mitte, at the Coffeehouse & Ice Cream Parlor Cuore di Vetro, Max-Beerstr. 33, 10119, U (subway) Rosa-Luxemburg Platz, with a selection of about 7 large paintings and 30 drawings.

Why No FB

CardTowns

nofacebook

no, thanks

There is a number of reasons why I’m not on facebook and why I’ll probably never be. There is an article by Ian Fortey about how fb manipulates and exploits you, where he says:

Facebook fosters a community of basically superfluous information, as if that needed to be said.  Actual news is rarely shared while fluff pieces, memes and goofy pictures are the most shared.  Because those actual news stories are so rarely liked and shared, the Facebook algorithm will squash them like bugs, ensuring only the fluff pieces get pushed through your feed.

You can find the full article here. What do you think about this?