Individui formato famiglia

Marco Bigliazzi, Schizzo Addormentato 18, pastello, grafite e biro su carta, 2014

Marco Bigliazzi, Schizzo Addormentato 18, pastello, grafite e biro su carta, 2014

I consumi delle famiglie. Il reddito delle famiglie. Il bilancio delle famiglie. I bisogni delle famiglie. I luoghi di vacanza delle famiglie. Il/la [riempite voi lo spazio] delle famiglie. Da parecchio tempo, ormai, molti temi di natura economica e sociale vengono riferiti sempre a un’unità molto precisa: la famiglia. In un mondo familiare come questo è normale che l’individuo sparisca, ovvero diventi qualcosa di statisticamente e culturalmente irrilevante. Non solo il single, ma anche l’individuo che pure è parte di un nucleo familiare, perdono la dignità di essere contati, figuriamoci poi di contare. Monade indissolubile di questo universo contemporaneo è la famiglia e guai a chi se ne pone fuori anche solo per un minuto: diventa un asociale, una minaccia, o semplicemente trascurabile – oppure, come si dice da queste parti, un bischero sciolto.

Credo si possa ringraziare di questo risultato la millenaria tradizione della chiesa e dei suoi membri assieme alla bigotta ipocrisia dei suoi sostenitori politici, economici e culturali – gli stessi (liberisti, perlopiù) che hanno sempre paventato lo spauracchio della perdita d’identità individuale e di libertà di fronte all’estensione dei diritti e all’equa distribuzione delle risorse, sbrigativamente bollata come strumento di massificazione comunista (vedi, giusto per fare un esempio, l’opposizione USA alla sanità pubblica).

Così, oggi, se non sei una famiglia non sei nessuno, non hai certi diritti. Non importa se sei una persona, che potrebbe anche scegliere se e come strutturarsi in una famiglia più o meno allargata oppure no, sei solo trascurabile. Quelli che contano, anche se poco, anche solo per fini statistici, sono gli individui formato famiglia. Bye bye a tutti gli altri.

mb

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s